Dao

Il Dao che può essere detto
non è l’eterno Dao,
il nome che può essere nominato
non è l’eterno nome.

Senza nome,
l’origine di Cielo e Terra;
con nome,
la madre delle diecimila creature.

Perciò costantemente senza desideri
ne contempli l’arcano,
sempre desiderando
ne contempli il limite.

All’origine ambedue sono la stessa cosa
che nel manifestarsi prendono nomi diversi.
Ciò che essi hanno in comune è il Mistero,
il Mistero Supremo,
la porta di tutti gli arcani.

Dao de Jing (Tao th Ching)

Dao (Tao) viene comunemente tradotto con “Via”. In questa pagina riportiamo solo alcuni cenni sulla spiritualità. Vista la “delicatezza” dell’argomento e il fatto che il Dao de Jing stesso afferma che non si può parlare del Dao ci limitiamo solo a riportare citazioni di Patrick Kelly.

L’intento è semplicemente quello che in alcuni possa essere risvegliata la fiamma della ricerca interiore e che questa sia sufficientemente viva da portare all’inizio di una cammino spirituale o all’intensificazione di quello attuale (non necessariamente riferito al Taiji).

Arte spirituale (Neigong)

Taiji come arte spirituale (Neigong) è l’allenamento dell’intenzione, della consapevolezza e dell’intelligenza all’interno delle energie del dantien superiore (celestiale o livello cielo) – e oltre. [pktaiji]

Jing Qi Shen (
https://patrickkellytaiji.com )

La piena pratica a questo livello è raramente ottenuta. Master Huang Xingxian, Master Ma Yueliang and Master Ni Huaching sono state le uniche persone che ho incontrato nel mio vasto viaggio Taiji che hanno raggiunto questo stadio. Eppure anche un principiante inevitabilmente include nella propria pratica una piccola percentuale di Mente Profonda dal dantien superiore. I principianti, come Master Huang diceva spesso, usano al 90% la mente superficiale e circa il 10% di Mente Profonda. Di questo 10% forse il 7% deriva dal dantien inferiore (eterico), il 2% dal dantien mediano (astrale) e meno dell’1% dal dantien superiore (celestiale). [pktaiji]

La vita quotidiana conferma queste proporzioni. La maggior parte della vita da sveglio delle persone è assorbita dalle loro percezioni, concezioni e reazioni al mondo esterno. Meno del 10% è connesso con le percezioni interne. Quando una persona è nello stato di semi-addormentamento, la sua consapevolezza esterna retrocede per rivelare poco più delle sensazioni profonde del corpo e il campo energetico eterico del corpo, ma le capacità di agire si riducono drasticamente. Quando una persona entra nello stato di sogno, la sua capacità di agire e successivamente ricordare del mondo astrale è molto piccola. Quando entra nel sonno profondo, le capacità nel mondo celestiale sono certamente inferiori a l’1% della coscienza da sveglio. [pktaiji]

La vera pratica incrementerà gradualmente la capacità di percepire, pensare e agire in ognuno di questi livelli interni. Inesorabilmente il centro di gravità delle persone si sposterà prima al mondo del dantien inferiore (sensazioni profonde del corpo e campo energetico eterico) poi successivamente al mondo del dantien mediano (energie emozionali profonde), poi infine, con una pratica corretta e sincera e una lunga perseveranza, il centro di gravità si stabilirà all’interno del mondo celestiale del dantien superiore. [pktaiji]

Collegamento tra i livelli

Interamente tradotto da [ReDeMind]

collegamento_energieLa pratica Taiji ha 3 livelli: Corpo, Mente e Spirito (Terra, Uomo e Cielo). La Mente nel suo aspetto più profondo (Mente Profonda) è centrale nel processo di allenamento. Ci sono 2 connessioni da allenare:

      1. Mente/Corpo e
      2. Mente/Spirito

La Mente e il corpo sono connessi dalle energie inferiori le quali hanno 3 aspetti – eterico, emozionale e mentale.

Allenare la connessione Mente/Corpo ha 2 componenti:

  1. muovere con consapevolezza (corpo attivo, Mente passiva)
  2. condurre i movimenti con la Mente (Mente attiva, corpo passivo)

Siamo nati con un corpo funzionale provvisto di un certo grado di consapevolezza, ma con poco controllo di movimento, sentire (feeling) e pensiero. Vivere nella vita forza qualche sviluppo in queste aree, ma il potenziale di ogni persona va ben oltre quello che normalmente viene ottenuto. Il Taiji è stato ideato (designed) per sviluppare entrambe le componenti attiva e passiva della connessione Mente/corpo, con una bilanciata considerazione per i 3 aspetti delle energie inferiori.

La Mente e lo Spirito sono connessi dalle energie superiori. L’allenamento della connessione Mente/Spirito ha anch’essa 2 componenti:

  1. consapevolezza profonda (Mente Profonda attiva)
  2. risposta all’interno della Mente Profonda alla sottile direzione dallo Spirito (Mente Profonda passiva). Allenare la connessione Mente/Spirito assume naturalmente la sua importanza una volta che l’allenamento della connessione Mente/corpo è vicina al completamento.

Maestri

Patrik A. Kelly

PK2019Patrick A. Kelly ha iniziato Taiji con un allievo esperto di Master Huang Xingxian nel 1973 continua …

Intervista con Patrick Kelly del 2004:
in inglese
in italiano

 

Huang Xingxian, Abdullah Dougan e Mouni Maharaj sono stati i 3 principali Maestri con cui Patrick Kelly ha avuto un lungo contatto, sia esterno che interno, all’interno delle 3 rispettive tradizioni: Daoista, Gnostica/Sufi, Yoga.

Le citazioni so prese da [SpirReal]

Master Huang Xingxian

HXXÈ difficile trovare uno studente disposto a fare i sacrifici necessari per ottenere il Dao

pagina su WorldWideWay

Dao su WorldWideWay

Abdullah Dougan – Gnostic Sage

ADChiunque lo scelga può trovare l’illuminazione in questa vita, ma pochi sostengono gli sforzi necessari per farlo

pagina su WorldWideWay

Gnostic su WorldWideWay

Mouni Maharaj of Rajasthan

MJDelle persone che vengono ad incontrarmi, molte cercano qualcosa da me. Solo un piccolo numero vuole realmente conoscere se stesso

pagina su WorldWideWay

Raja Yoga su WorldWideWay